Stato:
Nome: Liliana Bordoni
Membro da: 2009-12-30 19:48:33
Website URL: http://www.lilianabordoni.it
Chi sono:
 

Commenti degli utenti

  1. Una piramide di luce!

    ciao e grazie per i vostri suggerimenti.
    Volevo chiedere a Sandra -gentilissima- se ha qualche ricetta di biscotti o dolci, senza lievito e con dolcificanti “buoni”. A proposito di dove sei?
    Qualcuno conosce e ha provato già delle Aziende bio vicino Roma che facciano consegne a casa ? forse Viviana mi puoi aiutare? Il libro consigliato è per ora esaurito sul sito…
    Grazie! a presto Liliana

  2. Una proposta: creiamo la nostra mappa alimentare!

    ciao!
    Aggiungo degli indirizzi di Roma:
    Supermercati/ini (provati):
    il “Canestro” di Vle Gorizia, 51-zono Cso Trieste, con tanti prodotti consolidati
    b’io (biopolis) di Via Giano della Bella angolo V.le delle Provincie-in zona P.zza delle Provincie con verdure freschissime tutti i gg.
    biopolis di Via Tripolitania, 39 -quartiere Africano
    Trovo ottima, anche se non bio una taverna vegetariana che ha anche alcun piatti proteici per gli “accompagnatori” e ha piatti diversi divisi tra vegetariano e vegetaliano:
    L’Insalatiera -taverna vegetariana -Via Trionfale, 94-tel 06 39742975-prezzi equi
    A presto!
    Liliana

  3. 14 aprile: la 1a stimolante lezione. Il giorno dopo...

    Grazie Manuela!
    Non ho pensato subito a risponderti qui, ma eccomi!
    E’ bello poter condividere ciò in cui crediamo. Essere in tanti aiuta a “tener duro”.
    Ti ringrazio per il sostegno all’ idea che mi è venuta.
    Un abbraccio, Liliana

  4. 14 aprile: la 1a stimolante lezione. Il giorno dopo...

    Grazie Leonardo! mi fa piacere!
    Il sapore della farina integrale lo riconosce uno dei ragazzi nei dolci cotti e…li evita! Per questo cerco ogni tanto alternative penso accettabili…
    Hai perfettamente ragione sul fruttosio e grazie di avermelo ricordato; credo sia lo stesso discorso che vale per gli estratti di pianta totale in erboristeria da preferire ai singoli componenti.
    Ho letto attentamente quello che mi hai scritto sulla fame: forse bisogna avere il coraggio di provare a non mangiare se, come dici tu, non c’è languore o una particolare stanchezza. E’ così difficile distinguere tra le nostre sensazioni (ci mancava la fame cellulare…) e non confondersi!!!
    Ok per la regoalrità, ma quantità e combinazioni sono da ritoccare!
    Ho seguito il tuo consiglio sul post!
    A proposito si potrebbero creare adesivi ben visibili col marchio Autodifesa Alimentare da dare ai suddetti negozi, etc della proposta, da gratificare magari con le faccine sorridenti!?!
    Ciao, Liliana

  5. Zuccheristi Anonimi

    Ho letto già 2 volte “dolce da morire” .
    condivido al 100% la vostra filosofia da tanti anni non uso più zucchero bianco, e non amo le bevande dolci…ma identificarlo negli alimenti è un vero stress!
    mi piace il vostro modo di “comunicare” i concetti: termini corretti ma chiari, efficaci, ben spiegati… e grazie a questo ho letto fino in fondo ( e capito!) il meccanismo di produzione dell’insulina e oltre. (ma non fatemi domande subito! )
    l’ho sempre trovato così complesso da rinunciare a ..metà strada!
    cerco soprattutto prodotti dolcificati con maltitolo che trovo accettabili/buoni al gusto e ho iniziato anche a sperimentare in casa utilizzando maltitolo e succo di mela…anche per questo ho trovato utilissime le tabelle sui dolcificanti
    e’ stata una conferma importante il collegamento tra proteine – in eccesso- e desiderio di zucchero. l’avevo già letto(A. Colbin), ma…lo ignoravo!!
    si pensa che la predilezione per lo zucchero sia solo un desiderio di affetto un problema psicologico…invece scoprire che c’è una base chimica aiuta a comprenderci meglio nella nostra totalità..
    su questo una domanda: se mangiamo solo proteine ad un pasto (voi nelle pillole citate Hay, a me è capitato di conoscere e praticare anni fa la dieta di Shelton, se non erro è uguale) e non vogliamo abbinare carboidrati, per evitare la corsa al dessert, dobbiamo circondarle di verdure in che rapporto? o c’è altro che mi sfugge?
    tra le altre cose rimaste impresse:
    pensavo anche che se stavo ferma non consumavo niente…
    poi il fatto che il cervello ha bisogno di glucosio -e non altro- e se lo va a prendere da solo negli alimenti….una rivoluzione rispetto a quello che molti credono.
    infine pur non essendo più molto attratta dal dolce quando me lo vedo intorno (feste e simili) non è facile resitere e anche se non c’è lo zucchero bianco una volta iniziato ….è difficile fermarsi..sarà che tutto il sapore dolce è una droga?
    grazie anche per la spinta verso l’integrale (e bio) che ogni tanto ignoro..
    inoltre sto tentando di mangiare un pò meno e più spesso anche se la mia digestione è di un lento….ma l’esempio della macchina mi ha convinto (dove l’ho letto?) grazie ancora e a presto
    ciao Liliana