Stato:
Nome: Viviana Taccione
Membro da: 2008-01-14 21:38:35
Website URL: http://www.ifeelgood.it
Chi sono: Scrittrice, Blogger e CyberAttivista, Socia Fondatrice di I FEEL GOOD (www.ifeelgood.it), ha ideato il progetto multimediale "Autodifesalimentare.it" di cui ama definirsi la 1a "Wellness Angel Coach" ed il "Movimento per la diffusione dell'Intelligenza Ecologica". Il suo stile - a volte giocoso ed infantile a volte impegnato e critico - ha inaugurato un nuovo modo di fare formazione, quello dell'info-tainment on line, per una Comunicazione efficace, positiva e consapevole!
 

Commenti degli utenti

  1. Calcio, Ferro, Magnesio, Potassio e Iodio: falsi miti, disinformazione e grande inganno...

    Ciao Patrizia, non sono un medico, però se mi chiedi indicazioni alimentari e di stile di vita, posso dirti che:

    – Il ferro EME cioè quello proveniente da alimenti animali si accumula nel sangue (al contrario di quello NON EME, cioè di origine vegetale), quindi potrebbe essere un buon momento per abbracciare una dieta vegetale. 😉 La dieta occidentale onnivora contiene molto più ferro del necessario (evita carni, pesce, crostacei, cibi fortificati con il ferro… Allo stesso tempo non esagerare con i formaggi che causano altri problemi…)

    – Attenta al fumo di sigaretta attivo o passivo perché contiene discrete quantità di ferro, ecco un’altra occasione, se fumi, per smettere.

    – Attenta anche agli utensili in cucina, elimina padelle di ferro, e pentole di cui non conosci bene la composizione, come i vari teflon “moderni” e sostituti del teflon in pseudo-ceramiche, perché potrebbero rilasciare metalli pesanti. Ti consiglio di mangiare più crudo e di utilizzare o la cottura al vapore nel vetro o le pentole di acciaio inox di buona qualità (non quelle del cinese!)

    – Infine, mangia prevalentemente vegetale, fresco e sempre biologico, non usare mai il microonde, evita di stare con il telefonino in mano o addosso, o troppe ore di seguito davanti al computer, passa più tempo possibile all’aria aperta per compensare: studi scientifici sostengono che un eccesso di ferro aumenti i danni all’esposizione da radiazioni elettromagnetiche, erbicidi e pesticidi.

    Spero di esseri stata utile, ti segnalo un Ebook e Audio omaggio: “Emergenza Detox” che trovi qui: http://www.ifeelgood.it/detox

    Un abbraccio!
    🙂
    Viviana

  2. Unghie che si sfaldano con macchioline bianche? Colpa dei latticini!

    Grazie Angie per aver trovato il tempo per lasciare un commento, in questi tempi pazzi (e frenetici) lo apprezzo molto. 🙂
    Sono lieta che ti sia piaciuto l’articolo. Hai ragione, nonostante certe cose si sappiano (la terza causa di morte al mondo sono gli errori medici, i famosi danni iatrogeni ed effetti collaterali da farmaci, diagnosi inutili, interventi inutili, errori materiali) all’atto pratico quando ci si trova di fronte a un camice bianco, molti perdono momentaneamente la capacità di ragionare.
    Intendiamoci, non è che ce l’ho con i Medici, ce ne sono molti che si aggiornano, sono responsabili, non si fanno manipolare dalle case farmaceutiche, molti altri che in camera operatoria salvano delle vite, ma sono ancora troppi quelli che non lo fanno e badano solo a farsi pagare costose parcelle rilasciando in cambio prescrizioni per analisi inutili quando non per pericolosi farmaci.
    Ma non è tutta colpa loro: la realtà è che le persone vogliono la “pappa pronta” e preferiscono dipendere dal medico di turno, piuttosto che assumersi la responsabilità del loro benessere, curare l’alimentazione, l’equilibrio mentale ed emozionale, seguire i loro sogni… Anche qui per fortuna ci sono delle eccezioni! 😉
    Restiamo in contatto!
    🙂
    Viviana
    http://www.autodifesalimentare.it
    http://www.ifeeelgood.it

  3. 9 motivi per dire NO alle capsule del caffè!

    Grazie Alex per aver trovato il tempo di lasciarci il tuo apprezzamento su questo articolo.
    In questo momento sono a IBIZA a tenere un corso insieme a Leonardo Di Paola, e parliamo proprio di responsabilità e abbondanza etica.
    Ti confesso che sono un tantino più ottimista sul potere personale delle gente, piano piano, con un adeguato lavoro di formazione e passa parola sempre più persone si risveglieranno… 🙂
    Un carissimo saluto!

  4. Essiccatore domestico per fare il pieno di energia!

    Grazie del suggerimento Maria, non è che ci potresti raccontare come fai esattamente le caramelle?

    Io ho recentemente fatto quelle di zenzero, bollite con lo zucchero di canna bio equo & solidale e poi essiccate.
    Però certo sarebbe bello trovare delle ricette crudiste per le caramelle.
    Adesso il mio è in funzione perché sto facendo essiccare la melissa che ho coltivato in giardino per le tisane di questo inverno! 😉

    Un abbraccione, e resta in contatto qui su Autodifesalimentare.it e anche su IFeelGood.it dove puoi scaricare i nostri Ebook e audio omaggio su Alimentazione, Benessere e Crescita Personale qui: http://www.ifeelgood.it/blog/ebook-omaggi/
    🙂
    V.

  5. La risposta di Eurospin: toglie il biologico perché crea il fondo (i pesticidi no!)

    Grazie Chiara del tuo intervento… Anche se è un post datato, è sempre utile! 🙂

    Spero tanto che il latte “Sunny Nature” NON sia OGM, sarebbe un vero guaio perché la normativa vigente obbliga di segnalare in etichetta tutti i “prodotti OGM” e anche gli alimenti nei quali non sia possibile reperire materiale genetico, come gli oli (anche se c’è sempre una contaminazione minima concessa, viene ammesso dal regolamento un limite dello 0.9% per la presenza accidentale di OGM in alimenti non OGM.)

    Anche se l’Italia al momento non produce SOIA OGM, la gran parte dei mangimi utilizzati negli allevamenti italiani (esclusi gli allevamenti biologici) è prodotta a partire da soia e mais geneticamente modificati importati da Stati Uniti, Canada e America Latina. L’Italia infatti produce solo l’8% della soia di cui necessita. Quindi carne, latte, uova che sono venduti in ITALIA vengono da animali nutriti con cibi OGM (un’altra ragione in più per spostarsi il più possibile su una dieta vegetale!)

    Ad ogni modo il latte “Sunny Nature” NON è di certo biologico, e questo non è solo un problema per un’eventuale presenza di OGM, ma è la certezza che venga prodotto con soia trattata con pericolosi PESTICIDI senza rispettare i consumatori, la Natura e gli Animali. 😉 Per questo cerco sempre di prendere latte di soia BIO (anzi, a dirla tutta ultimamente preferisco quello di Avena BIO) anche se costa un pochino di più!

    Un abbraccio dal cuore e resta in contatto qui su Autodifesalimentare.it e anche su IFeelGood.it dove puoi scaricare i nostri Ebook e audio omaggio su Alimentazione, Benessere e Crescita Personale qui: http://www.ifeelgood.it/blog/ebook-omaggi/
    🙂

  6. Contenitori, bottiglie e thermos per l'Acqua

    Ciao! 🙂
    Io uso regolarmente delle bottigliette di vetro riciclate (quelle dell’acqua minerale che ti danno nei ristoranti, ad esempio) che uso riempite a metà di acqua, metto in freezer e poi quando devo uscire riempio con acqua fino all’orlo. In questo modo tengono l’acqua fresca e soprattutto “sana” tutta la giornata. Le proteggo con una copertina di plastica a bolle ricoperta da calzini colorati cuciti ad hoc etc… Ecologico ed economico.

    Poi ho scoperto che c’è un’azienda che fa qualcosa di simile, con altre cosucce in più: FLASKA http://www.flaskaitalia.it

    Viviana 🙂

  7. Capperi che sapore! I "Sollazzatori del gusto" possono essere anche Amici

    Ciao Valerio, grazie della tua domanda. Non sono molto esperta in tal senso, ho avuto un’esperienza simile alla tua cercando di conservare le olive, però non dovrebbe essere difficile mettere i capperi sotto sale. Ho trovato un articolo esaustivo qui: http://www.ilfiordicappero.com/2014/07/capperi-boccioli-fiori-frutti-capperi.html spero che ti sia utile!
    Un caro saluto!
    🙂

  8. Dopo AutodifesaAlimentare sento voci nella mia cucina...

    Complimentissimi cara Elena e benvenuta nel Blog di Autodifesa Alimentare! 😀
    E’ stato bello leggere il tuo colloquio con gli avanzi della Colomba, speriamo non si preoccupino troppo i nostri lettori sugli “effetti collaterali” del nostro corso… 😉
    A presto risentirti,
    🙂
    V.

  9. Quando l'acqua fa acqua da tutte le parti

    Benvenuta Stefania nel Blog di Autodifesa Alimentare e complimenti per il tuo primo report! 😀
    Quello dell’acqua minerale in bottiglie di plastica è un grande problema sia di salute che ambientale… In realtà travasare l’acqua quando è già arrivata a casa tua è un po’ un palliativo (dato che ci sei mettila in bottiglie di vetro blu e al sole, almeno la carichi di energia buona! 😉 ) perché il vero danno è l’escursione termica cui è soggetta l’acqua durante imbottigliamento, trasporto e stivaggio… La bottiglia in PET purtroppo cede all’acqua i suoi veleni, per questo un depuratore al punto d’uso è molto pratico e – con la soluzione che abbiamo trovato dopo lunga ricerca – anche più economico del comprare acqua in bottiglia.
    Brava per aver imparato a leggere le etichette, in effetti, dovendo scegliere per emergenza una bottiglia minerale in plastica, un’acqua tipo Sant’Anna è la soluzione migliore!
    Alla prossima! 🙂

  10. Torna Natale con i suoi panettoni a 1,99€

    Sono completamente d’accordo, brava! 😀

  11. La famigerata triade che ci vuole rendere carne da macello...

    Complimenti Annalisa per il tuo primo Report nel Blog di AA, lieta che il Corso ti piaccia, lo abbiamo fatto con tanto amore e perfezionato edizione dopo edizione…

    Anche se “la triade” è sempre in agguato per trarre profitto dalle debolezze umane, fortunatamente anche il mondo della nutrizione sana si evolve continuamente! 🙂

    Lo zucchero dei fiori di cocco è una recente scoperta, e anche io credo sia una alternativa ottima allo zucchero di canna integrale “normale” o alla stevia che comunque ha un retrogusto un po’ forte di liquorizia. Io l’ho preso da DR. Goerg che oltre ad essere bio in più viene dal commercio equo e solidale… https://www.drgoerg.com/it/prodotti-di-cocco/zucchero-di-fiori-di-cocco-bio Ma come te non lo uso mai, il barattolo è ancora quasi tutto lì che mi guarda soddisfatto dalla mensola della cucina in compagnia degli altri prodotti “buoni”, bio e fair trade.

    Della pianta del cocco, sempre di Dr. Goerg uso invece in grande quantità l’olio di cocco extravergine bio, una grande scoperta! Fa bene perché ha un alto contenuto di acido laurico, fino al 59.42, è garantito lavorato a freddo entro 72 ore dalla raccolta, è buono perché il profumo di cocco è minimo. Lo uso al posto del burro per cucinare le pannocchie (http://www.autodifesalimentare.it/blog/il-tempo-ritrovato-delle-pannocchie) perché ha un ottimo punto di fumo e non irrancidisce, lo uso per fare dolcetti buoni e golosi (nel Forum del Weco Club trovi anche le ricette) e lo uso per la pelle del corpo, per struccarmi il viso e soprattutto – in grande quantità – per i capelli. Hai presente i miei capelli, no? 😉 https://www.drgoerg.com/it/bio-kokosoel-1000-ml

    Presto scriverò un ulteriore approfondimento qui sul blog!

    Un abbraccio, ancora complimenti e alla prossima!
    🙂

  12. "Non chiedere all'oste se il vino è buono"... Le Lobby Alimentari e gli studi finti degli Assoqualcosa

    Mi sembra un ottimo sistema, grazie della condivisione Annalisa e benvenuta nel Blog di AA! :-*

  13. consigli sul latte di soia

    Ciao Antonio,
    grazie per la tua domanda.
    Ma tu esattamente a che tipo di latte di soia “fresco” ti riferisci?
    Perché il latte animale è “fresco” quando è appena munto… Nel caso di un legume come la soia, che comunque viene spremuto secco e deve essere bollito necessariamente, questa differenza non si è mai posta.
    Il latte di soia commerciale che si trova nei negozi è a lunga conservazione, la buona notizia è che quello fresco te lo puoi fare molto facilmente in casa partendo da semi di soia biologici essiccati.
    Ogni volta che bypassiamo la grande distribuzione, partendo da prodotti scelti da noi, biologici, sicuri, otteniamo cibi più sani, con maggior contenuto di nutrienti, meno chimica e conservanti.
    Cordiali saluti!
    🙂

  14. Quali contenitori per l'acqua?

    Ciao Stefania, prova ora http://www.ifeelgood.it/acqua ^_^
    Comunque ti ho risposto anche nel forum del Weco Club!

  15. Attenzione alle arance: buccia "non edibile"

    Domanda difficile Nino. 🙂 Probabilmente sì, puoi ridurre il danno, ma come? Usando altra chimica? Dipende poi dal tipo di trattamento.
    Ad ogni modo se il prodotto chimico è penetrato, trattandosi di una superficie porosa e viva, il rischio è che te la mangi comunque anche sbucciando l’arancia (per questo le arance bio non trattate sono molto meglio, non solo per l’ambiente ma anche per la salute: anche se non devi usare la buccia per dolci, tisane, etc…) Dato che ogni volta che acquistiamo un prodotto stiamo avallando quel tipo di azienda, stiamo “votando” per come agisce, preferisco sempre a scanso di equivoci, scegliere aziende bio. E se ogni tanto proprio non è possibile, per quella volta… lascia stare la buccia e lavati le mani dopo aver sbucciato l’arancia.
    Un caro saluto! 🙂

  16. Quali contenitori per l'acqua?

    Ciao Davide, il vetro.
    Ma con 6 mesi di bottiglie di vetro ti paghi il depuratore che consigliamo qui: http://www.ifeelgood.it/acqua e con l’acqua del depuratore ci puoi anche cucinare, preparare thè, tisane, pasta, minestre…

  17. Ancora usi le bottiglie di plastica? Fanno anche male al cuore!

    Ciao Erika, grazie per la domanda: l’alluminio no, eviterei tutti i metalli oltre alle plastiche, al limite una borraccia di acciaio di ottima qualità qualità, se la trovi, insomma no all’acciaio generico “made in china” che puà lasciare residui.
    Io per stare sicura userei una bottiglia di vetro di quelle piccoline, da mezzo litro o poco più, soprattutto se si tratta dell’acqua per la tua bimba. Lo so, pesa un po’ di più, però è sicura (e riciclabile).
    Un caro saluto,
    🙂
    V.

  18. Vegetariani e tumori, quel che conta è l'headline!

    Lieta che l’articolo ti sia piaciuto. 🙂
    Grazie del contributo Annalisa!

  19. O mio amato bollitore, compagno di tante Vacanze (e Corso-Vacanze)...

    Ciao Aldo,
    grazie della tua domanda. Io non l’ho mai portato nel bagaglio a mano in aereo, non so che dirti. Ma non dovrebbe avere neanche una forma considerata pericolosa o contundente… Certo dipende dagli Addetti al controllo bagagli, che da quel che so, si accaniscono solo con forbici, lime, coltelli, etc… Facci sapere! 🙂

  20. La risposta di Eurospin: toglie il biologico perché crea il fondo (i pesticidi no!)

    Purtroppo nelle grandi catene commerciali è difficile ottenere risposte consone degli impiegati che fanno il meglio con le risorse a loro disposizione. Le decisioni vengono prese “in alto”, e magari senza troppo pensare alle reazioni dei consumatori e alle difficoltà dei commessi che devono giustificarle arrampicandosi sugli specchi… 😉
    Grazie Maurizio del feedback!

  21. Germogli: broccolo, alfa alfa e crescione i miei preferiti!

    Ciao Martina, grazie per la tua domanda! 🙂
    Se leggi tutti i commenti all’articolo, Leonardo ha già risposto a questo dubbio sollevato da Irina, lo trovi qui: http://www.autodifesalimentare.it/blog/germogli-broccolo-alfa-alfa-e-crescione-i-miei-preferiti#comment-15233
    L’importante è come sempre non abusare mai di un alimento.
    E dato che ci sono tanti germogli tra cui scegliere, magari non fissarsi solo sull’alfa alfa e variare.
    Un caro saluto!
    🙂

  22. Estrattore di succo per bere nutrienti!

    Bentrovata cara Sandra, sono completamente d’accordo! 🙂
    Un abbraccione anche a te!

  23. "Dal Peschereccio" e "Solo Frutta" ecco come ti vendo un'illusione!

    Grazie caro Marco, sono contenta che ti piacciano queste “escursioni” tra gli scaffali della GDO in cerca di confezioni ai limiti della decenza… 😉 Magari avessi tempo per farne (e scriverne) di più spesso, ti assicuro che se ne vedono davvero di belle, sarebbe quasi divertente se si potesse tralasciare l’aspetto etico!
    Un caro saluto e ci Wekiamo!

  24. Lode alla mortadella? Un po' indecisa a chi assegnare il Premio della Critica... Ma ASSOGRASSOMORTADELLA vince!

    Mio caro Marco,
    ne parlavamo proprio in questi giorni al corso dal vivo DIVERSAMENTE RICCHI LIVE qui a Fuerteventura, le persone sono bombardate di notizie e spesso hanno tempo per leggere solo i titoli e guardare solo le figure degli articoli, quindi questi trucchi funzionano eccome (purtroppo! 🙁 )
    La soluzione è ridurre le informazioni dei Media tradizionali e soprattutto dei Social Media, che sono manipolate o sensazionalistiche (perché a loro interessa solo il traffico a fini pubblicitari), scremando tra quello che davvero ci serve sapere, e informarsi sul serio. Per questo dei progetti come Autodifesa Alimentare o il Weco Club – come sai – possono fare la differenza!
    Hasta pronto… e ti aspetto anche nella sezione avanzata di AA nel Forum! 😉

  25. Scandalo latte in polvere in Cina, calcoli ai reni per migliaia di bimbi.

    Ciao Andrea,
    grazie della domanda, ma non so che dirti trattandosi di uno scandalo alimentare avvenuto nel 2008 e in Cina. E’ qui solo a testimoniare il fatto che questi problemi, portati alla luce o meno, si susseguono di continuo e che è sempre meglio affidarsi al latte naturale della mamma piuttosto che agli interessi di una multinazionale che fa di tutto per convincerti che il suo latte artificiale sia migliore di un sistema colladauto felicemente da milenni… 🙁
    Se ti interessa l’argomento, leggi l’ebook: l’INGANNO DEL LATTE DAL BIBERON ALL’OSTEOPOROSI UNA STORIA DI AMORE E SOFFERENZA, lo trovi qui: http://www.ifeelgood.it/latte
    🙂